PORTFOLIO

BIO

Mariangela Levita nasce ad Aversa nel 1972, vive e lavora tra Napoli e Londra.

Grazie ad una ricerca sovra linguistica le opere della Levita mirano a creare un rap­porto empatico con il pubblico.
Superato il gap della rappresentazione del reale e lo scardinamento dei propri codici linguistici, il medium pittorico nella ricerca della Levita diviene pratica auto-riflessiva, analisi di un codice, meta-pittura che elabora criticamente il rapporto con la tradizione e allo stesso tempo affina gli strumenti per ri­definire il presente di questo medium.


L’artista ha esposto in numerosi musei e gallerie in Italia e all’estero tra cui: Museo PECCI, Prato; Museo MADRE, Napoli; SAM Select, Colonia; Castello Di Rivalta, Torino; Palazzo della Permanente, Milano; Spazio Borgogno, Milano; Galleria Comu­nale, Monfalcone; nel 2013 alla Voice Gal­lery, Marrakech e alla FAMA Gallery, Ve­rona.
Ha realizzato diverse opere pubbliche permanenti tra cui: Uno Sguardo Sospeso, Padiglione Palermo, Ospedale A. Cardarelli, Napoli 2007; Geometrical Sequence In Colour, Ponte Don Bosco, Napoli 2010; Flag Down, Casa dei Cristallini, Napoli 2012; WeTransfer / Solaris, Byblos Art Hotel Villa Amistà, Verona 2014 / 2015. Dal 2014 la sua opera “site specific” Extra - Terrestre per il progetto “Sette Opere per la Misericordia in dialogo con Caravaggio” è presente nella collezione permanente nella pinacoteca del Pio Monte della Misericordia di Napoli.
Nel novembre 2019 ha creato un’opera “site specific” temporanea TUTTO.Leonardo , per l’Istituto Italiano di Cultura C.M. Lerici, Stoccolma.
Un “progetto totale” che coniuga in senso lato Leonardo da Vinci e Gio Ponti, che progettò e realizzò la  prestigiosa architettura  sede dell’Istituto Italiano di Cultura a Stoccolma.

PORTFOLIO PDF