BIO

Mariangela Levita (Aversa 1972), vive e lavora tra Napoli e Londra.

Grazie ad una ricerca sovra linguistica le opere di Mariangela Levita mirano a creare un rapporto empatico con il pubblico, a stimolare la percezione visiva senza seguire una logica figurativa e tantomeno narrativa. Superato il gap della rappresentazione del reale e lo scardinamento dei propri codici linguistici, il medium pittorico nella ricerca della Levita diviene pratica auto-riflessiva, analisi di un codice, meta-pittura che elabora criticamente il rapporto con la tradizione e allo stesso tempo affina gli strumenti per ridefinire il presente di questo medium.

L’artista ha esposto in numerosi musei e gallerie in Italia e all’estero tra cui Museo Pecci (Prato), Museo MADRE (Napoli), SAM Select (Colonia), Castello Di Rivalta (Torino), Galleria Comunale di Monfalcone, e nel 2013 alla Voice Gallery di Marrakech e alla FAMA Gallery di Verona. Ha realizzato diverse opere pubbliche permanenti tra cui: Uno Sguardo Sospeso (Padiglione Palermo, Ospedale A. Cardarelli, Napoli 2007), Self-Definition (Linea 6 Stazione Metropolitana di Mergellina, Napoli 2008), Geometrical Sequence In Colour (Ponte Don Bosco, Napoli 2010), Flag Down (Casa dei Cristallini, Napoli 2012), We Transfer (Byblos Art Hotel villa Amistà, Verona 2014)

PORTFOLIO PDF