portfolio/site specifics

EMPATHY

EMPATHY

Installation view for Museo Madre, Napoli

Print on paper

100 x 140 cm

300 x 300 cm

Temporary installation,
cur. by Adriana Rispoli and Eugenio Viola

2009

Site Specific

Photo by Luciano Romano

Photo by Giulia Piscitelli

“Riconoscere l’altro”

L’empatia è la capacità di comprendere cosa un’altra persona sta provando.

L’empatia è il sentimento che si prova davanti ad un’opera d’arte.

Sui principi del sentire empatico ho creato un’opera bidimensionale il cui titolo è appunto Empathy.

L’intero lavoro si compone di sei elementi, ognuno dei quali composto da due singole entità che convivono sulla stessa superficie nella stessa misura di spazio ed intensità cromatica, proprio per quel grado empatico che fa si che le singole entità si riconoscano l’una con all’altra. Le stesse due entità sono rappresentate attraverso il disegno di intrecci dati da un elemento oggettivo che conosciamo nella nostra quotidianità e che fa parte della nostra memoria visiva,si tratta dei nastri segnaletici, quelli che vengono usati per i transiti urbani per delimitare delle aree e che ci indicano il percorso da poter percorrere.

 

I nastri segnaletici esistono in varie bicromie, ad esempio il nastro bianco/rosso è comunemente usato per delimitare aree di pericolo, ancora il nastro giallo/nero indica direzione alternativa ad aree con lavori in corso.

Con questi due esempi possiamo cogliere il valore e la sollecitazione visiva a cui siamo abituati quotidianamente ad avere indicazioni di transiti da percorrere.

L’opera Empathy si realizza attraverso un lavoro di sublimazione visiva e concettuale della brand/vision e che guarda in questo caso ai transiti e al confronto individuale di due singole entità che si incontrano e convivono nello stesso spazio.